Internazionalizzazione e promozione sui mercati internazionali delle Pmi campane, fondi fino a 280mila euro

internazionalizzazione imprese pmi
La Regione Campania ha pubblicato la direttiva di attuazione per gli interventi finalizzati all’ internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese campane.

 

Localizzazione

Il progetto di investimento per l’internazionalizzazione deve riguardare mercati europei ed extra-europei.

 

Destinatari

Potranno accedere ai finanziamenti previsti dalla direttiva internazionalizzazione le micro, piccole e medie imprese, sia in forma singola che associata in A.T.S., A.T.I., reti d’imprese, consorzi, società consortili, con i seguenti requisiti:
– che abbiano almeno una sede operativa in Campania;
– iscrizione da almeno due anni all’atto di presentazione della domanda in una delle Camere di Commercio.
Sono finanziabili tutte le attività rientranti in uno dei codici ATECO ISTAT 2007.
Sono esclusi dalle agevolazioni le zezioni A e C del codice ATECO 2007 , salve le eccezioni indicate di seguito:
• agricoltura, silvicoltura e pesca;
• attività manifatturiere delle industrie alimentari, ad eccezione delle seguenti classi che sono ammesse:
– lavorazione e conservazione delle patate; produzione di succhi di frutta e di succhi di ortaggi; altra lavorazione e conservazione di frutta e ortaggi; produzione di oli e grassi; produzione di gelati senza vendita diretta al pubblico; produzione di pane, prodotti di pasticceria freschi; produzione di fette biscottate, biscotti, prodotti di pasticceria conservati; produzione di paste alimentari, di cuscus e di prodotti farinacei simili; lavorazione del tè e del caffè; produzione di pasti e piatti preparati; produzione di preparati omogeneizzati e di alimenti dietetici; produzione di altri prodotti alimentari non classificati altrove;
• industria delle bevande, ad eccezione delle seguenti classi, che sono ammesse:
– distillazione, rettifica e miscelatura degli alcolici; produzione di vini da uve; industria delle bibite analcoliche, delle acque minerali e di altre acque in bottiglia;
• è esclusa tutta la divisione industria del tabacco.

 

Tipologia di attività finanziabili

Sono ammessi a finanziamento i progetti di internazionalizzazione a valenza extra-regionale consistenti in almeno due delle seguenti attività:
1. partecipazione a fiere e saloni a valenza internazionale;
2. promozione di prodotti e servizi su mercati internazionali mediante utilizzo temporaneo di uffici o sale espositive all’estero, strutture logistiche, centri di assistenza post-vendita e centri servizi;
3. servizi promozionali;
4. supporto specialistico all’internazionalizzazione ivi compreso il supporto gestionale mediante coinvolgimento di un temporary export manager (TEM);
5. servizi di supporto per decisioni di alleanze all’estero (joint venture di tipo equity e non equity, alleanze strategiche, etc).
Le attività devono avere inizio entro il 31.12.2015.

 

Caratteristiche delle agevolazioni

La dotazione finanziaria del Fondo è pari a € 30.000.000. Le agevolazioni sono concesse nella forma del agevolato di importo compreso tra un minimo di € 50.000,00 e un massimo di € 280.000,00 per ciascuna impresa partecipante. Nel caso di progetti presentati in forma aggregata il finanziamento non potrà eccedere, complessivamente, l’importo di € 1.000.000.
Il finanziamento deve essere adeguatamente garantito, è destinato a coprire il 100% delle spese ammissibili. Prevede inoltre le seguenti condizioni:
– importo da rimborsare in 7 anni con rate trimestrali al tasso dello 0.50%.
L’erogazione del finanziamento avverrà tramite bonifico bancario in un’unica soluzione alla sottoscrizione del contratto di finanziamento dietro presentazione di garanzie fideiussorie.

 

Modalità e termini di presentazione delle domande

A breve sarà pubblicato l’avviso pubblico da parte di Sviluppo Campania Spa, necessario a poter presentare le proposte progettuali.

Per maggiori informazioni info@sviluppocampaniaeuropa.it

Related posts

Top