Finanziamenti agevolati per acquistare o acquisire in leasing beni strumentali con la nuova Legge Sabatini

legge sabatini
La nuova legge Sabatini si rivolge a micro, piccole e medie imprese che intendono accedere a finanziamenti agevolati per acquistare o acquisire in leasing beni strumentali.
• Microimpresa è un’impresa il cui organico è inferiore a 10 persone e il cui fatturato o il totale di bilancio annuale non supera i 2 milioni di euro;
• Piccola impresa è l’impresa il cui organico sia inferiore a 50 persone e il cui fatturato o il totale del bilancio annuale non superi 10 milioni di euro;
• Media impresa è l’impresa il cui organico sia inferiore a 250 persone e il cui fatturato non superi 50 milioni di euro o il cui totale di bilancio annuale non sia superiore a 43 milioni di euro.

 

REQUISITI

L’impresa richiedente alla data di presentazione della domanda deve:
• avere una sede operativa in Italia ed essere regolarmente iscritta nel Registro delle imprese nel Registro delle imprese di pesca;
• essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti;
• non essere in liquidazione volontaria o sottoposta a procedure concorsuali;
• non rientrare tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;
• non trovarsi in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà.

 

SETTORI AMMESSI

Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca.

 

SETTORI ESCLUSI

• industria carboniera
• attività finanziarie e assicurative
• fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattiero-caseari
• attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione.

 

OPERAZIONI AGEVOLABILI – SPESE AMMISSIBILI

La misura sostiene la realizzazione di investimenti per acquistare o acquisire in leasing: macchinari, impianti, beni strumentali di impresa, attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché gli investimenti in hardware, in software ed in tecnologie digitali.
Non sono ammissibili spese per terreni e fabbricati, e per immobilizzazioni in corso ed acconti.
Gli interventi devono essere funzionali:
• alla creazione di una nuova attività produttiva;
• all’ampliamento di una unità produttiva esistente;
• alla diversificazione della produzione in uno stabilimento;
• al cambiamento fondamentale del processo di produzione in uno stabilimento esistente;
L’investimento deve essere avviata soltanto dopo la presentazione della domanda di accesso al contributo, tranne che per il settore agricolo che può essere avviato dopo il decreto di ammissione.

 

AMMONTARE

Sono finanziabili programmi d’investimento di imponibile compreso tra i 20.000,00 ed i 2 milioni di €;

 

CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO

L’investimento è interamente coperto da un finanziamento bancario (o leasing) che può essere assistito fino all’80% dell’importo dal Fondo di Garanzia. Il finanziamento:
• ha durata non superiore a 5 anni;
• deve coprire i soli investimenti ammissibili;
• riguarda la sola base imponibile mentre l’iva è a carico del richiedente.

 

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

Il contributo consiste in un “rimborso” pari all’abbattimento del 2,75% degli interessi pagati dall’impresa alla banca (o alla società di leasing), applicati al finanziamento ottenuto.
A titolo di esempio per un finanziamento di:
• € 50.000,00 il contributo ammonta a circa 3.800,00 €;
• € 100.000,00 il contributo ammonta a circa 7.700,00€;
• € 250.000,00 il contributo ammonta a circa 19.000,00€;
• € 500.000,00 il contributo ammonta a circa 38.000,00€;

Per maggiori informazioni info@sviluppocampaniaeuropa.it

Related posts

Top